SUBMENU
Selezionare una pagina
dal menù seguente
Introduzione
Capitolo I
Capitolo II
Capitolo III
Capitolo IV
Capitolo V
Capitolo VI
Capitolo VII
Capitolo VIII
Capitolo IX
Capitolo X
Capitolo XI
Capitolo XII
 

 

per info scrivimi alla
seguente email:
info@ralliodimontechiaro.it

L'oratorio
di Aquesio

Sulla strada che da Rallio porta a Bassano, in località Aquesio, esiste un Oratorio ora dedicato a S. Giuseppe; ma anticamente dedicato a santa Teresa d'Avila. Sembra che sia stato costruito nella prima metà del settecento da un certo Annibale Pastorelli, sacerdote. Era di proprietà del signor Turio e in quell'anno vi celebrava la Messa festiva (per lascito testamentario del suddetto Annibale Pastorelli precedente proprietario) il sacerdote piacentino Giovanni Segalini che (lamenta il visitatore inviato dal Vescovo di allora Gherardo Zandemaria) non annota le celebrazioni sulla «vacheta» (registro). Si provveda dunque a tale annotazione.
Recentemente l'Oratorio, che era più lungo, venne ristretto essendo crollato il muro di fondo cioè l'abside. Presentemente è di proprietà della famiglia Malaspina di Aquesio che vi fa celebrare la Messa nella festa di S. Giuseppe.
Nella Visita Pastorale del 1788 il Vescovo Ceruti ordina dì celebrare nella Chiesa di Rallio le Messe festive del legato Pastorelli, non essendoci più sacerdote che celebri nell'Oratorio di Aquesio.